Ama, ma non lasciare che il tuo amore diventi dipendenza…

Ama ma non lasciare che il tuo

“Ama, ma non lasciare che il tuo amore diventi avidità. Ama, ma non lasciare che il tuo amore diventi attaccamento. Ama, ma non lasciare che il tuo amore diventi una forma di dipendenza, una schiavitù. Dopo di che, ama, ama tremendamente. Allora la paura cessa. E amando, sarai in grado di passare all’altra sponda senza difficoltà”.

Osho

L’uomo finge continuamente di essere quello che non è

L'uomo finge continuamente

“L’uomo finge continuamente di essere quello che non è; è un modo per nascondere se stesso. Chi è brutto cerca di sembrare bello, chi è preda di angosce cerca di sembrare felice, chi non sa niente cerca di dimostrare di sapere tutto. E le cose vanno avanti in questo modo. Se non diventi consapevole dei tre idioti che sono in te, non diventerai mai un saggio. È superando i tre idioti che si diventa realmente saggi”…

Osho

L’uomo libero è come una nuvola bianca…

l'uomo libero è come una nuvola bianca

“L’uomo libero è come una nuvola bianca. Una nuvola bianca è un mistero; si lascia trasportare dal vento, non resiste, non lotta, e si libra al di sopra di ogni cosa. Tutte le dimensioni e tutte le direzioni le appartengono. Le nuvole bianche non hanno una provenienza precisa e non hanno una meta; il loro semplice essere in questo momento è perfezione”…

Osho

Non sia mai ch’io ponga impedimenti all’unione di anime fedeli

shakespeare

“Non sia mai ch’io ponga impedimenti all’unione di anime fedeli; Amore non è Amore se muta quando scopre un mutamento o tende a svanire quando l’altro s’allontana. Oh no! Amore è un faro sempre fisso che sovrasta la tempesta e non vacilla mai; è la stella-guida di ogni sperduta barca, il cui valore è sconosciuto, benché nota la distanza. Amore non è”…

(William Shakespeare)

La verità è che i tuoi sorrisi tristi a me piacciono…

La verità è che a me

“La verità è che i tuoi sorrisi tristi a me piacciono, perché a te stanno bene, perché li sai trattare, li sai adoperare e mettere in fila senza che rompano le righe. Se lo facessi io sarei penoso. Questo è il punto: faccio pensieri e desidero cose nuove. Non importa cosa so. Per la prima volta, non importa. Non so da dove vengono o come si chiamino e non potrei spiegarle a nessuno eccetto te, con un po’ di tempo, con un po’ di pause, con quei silenzi che non saprei riempire, all’inizio. Ma potrei imparare. Sono un pessimo romantico, lo ammetto”.

Italo Calvino

Arrivò l’amore col suo respiro…

Divina notte in cui amore

“Divina notte in cui Amore mi baciò. I sentieri erano di garofano. Campo di luna era in tono minore. lo ero una timida pecorella del Signore per un bianco cammino degli Allori. Arrivò l’Amore col suo biondo respiro e il giardino della mia anima fiorì delle rose del bacio e dell’incanto, tristi maghe del paese eburneo che il mio pianoforte stregato snocciolò”.

Federico García Lorca

Seguendo le tue parole

Seguendo le tue parole

“Seguendo le tue parole come tracce sul sentiero sono entrato nella tua testa, ho visto ogni tuo pensiero, ho visto che passavano le cose che tu dici. Segno che sei sincero, leale con gli amici. I miei pensieri e i tuoi si sono stretti la mano; in due si pensa meglio, si va più lontano”.
Gianni Rodari

Quel che mi duole non è…

Quel che mi duole non è

“Quel che mi duole non è quello che c’è nel cuore ma quelle cose belle che mai esisteranno. Sono le forme senza forma che passano senza che il dolore le possa conoscere, o sognarle l’amore. Come se la tristezza fosse albero e, una ad una, le sue foglie cadessero tra il sentiero e la bruma”.

Fernando Pessoa

Non pretendo di sapere cosa sia l’amore per tutti, ma posso dirvi

Io non pretendo di sapere cosa sia l’amore per tutti

“Io non pretendo di sapere cosa sia l’amore per tutti, ma posso dirvi che cosa è per me: l’amore è sapere tutto su qualcuno, e avere la voglia di essere ancora con lui più che con ogni altra persona. L’amore è la fiducia di dirgli tutto su voi stessi, compreso le cose che ci potrebbero far vergognare. L’amore è sentirsi a proprio agio e al sicuro con qualcuno, ma ancor di più è sentirti cedere le gambe quando quel qualcuno entra in una stanza e ti sorride.”

Albert Einstein