Il suo sguardo come il tuo, amabile bestia…

Il suo sguardo come il tuo, amabile bestia, profondo e freddo, taglia e fende come un dardo

“Vieni, mio bel gatto, sul mio cuore innamorato; trattieni le unghie della zampa, e lasciami sprofondare nei tuoi begli occhi striati di metallo e d’agata. Quando le dita indugiano ad accarezzare la tua testa e il dorso elastico e la mano s’inebria del piacere di palpare il tuo corpo elettrico, vedo la mia donna in spirito. Il suo sguardo come il tuo, amabile bestia”…

Charles Baudelaire

Ho trovato la definizione del Bello, del mio Bello

Ho trovato la definizione del bello, - del mio bello

“Ho trovato la definizione del Bello, – del mio Bello. È qualcosa di ardente e di triste, qualcosa di un po’ vago, che lascia largo spazio alla congettura. Applicherò, se volete, le mie idee a un oggetto concreto, per esempio all’oggetto più interessante nella società, un volto di donna. Una testa seducente e bella, una testa di donna”.

(Charles Baudelaire)