Sono quel che sono, e questo è sufficiente…

Sono quel che sono, e questo è sufficiente

“Sono quel che sono, e questo è sufficiente, E se nessun altro al mondo se ne accorge, sono contento,
E se tutti se ne accorgono sono ugualmente contento. C’è un mondo intero che se ne accorge, e per me di gran lunga il più grande, E questo sono io, E se arrivo a capirmi oggi o tra diecimila o dieci milioni di anni”…

Walt Whitman

Rimani! Riposati accanto a me, non te ne andare

Rimani, Riposati accanto a me Non te ne andare

“Rimani! Riposati accanto a me. Non te ne andare. Io ti veglierò. Io ti proteggerò. Ti pentirai di tutto fuorché d’essere venuta a me, liberamente, fieramente. Ti amo. Non ho nessun pensiero che non sia tuo; non ho nel sangue nessun desiderio che non sia per te. Lo sai”…
(Gabriele D’Annunzio)

Non cercare le apparenze, possono ingannare

Non cercare le apparenze, possono ingannare

“Non cercare le apparenze, possono ingannare. Non cercare la salute, anche quella può affievolirsi. Cerca qualcuno che ti faccia sorridere perché ci vuole solo un sorriso per far sembrare brillante una giornataccia. Trova quello che fa sorridere il tuo cuore”…

(Paulo Coelho)

Amore, quando ti diranno che t’ho dimenticata…

Amore, quando ti diranno che t'ho dimenticata

“Amore, quando ti diranno che t’ho dimenticata e anche se sarò io a dirlo quando io te lo dirò, non credermi. Ormai non l’amo più, è vero, ma forse l’amo ancora. È così breve l’amore e così lungo l’oblio. Amare è breve, dimenticare è lungo”…

Pablo Neruda

Chi è stato innamorato davvero si riconosce: non si accontenta

Chi è stato innamorato, innamorato davvero, si riconosce

“Chi è stato innamorato, innamorato davvero, si riconosce: non si accontenta, non ci riesce. Non si accontenta di due baci dati a caso in una discoteca. Non si accontenta di una notte. Non si accontenta di una storia tranquilla. Non si accontenta di chi è “bello ma non balla”. Non si accontenta dei “forse”, dei “se” dei “ma”.

Susanna Casciani

Il tuo amore mi rende il più felice e insieme il più infelice degli uomini

Il tuo amore mi rende il più felice e insieme il più infelice degli uomini

“Il tuo amore mi rende il più felice e insieme il più infelice degli uomini − alla mia età ho bisogno di una vita tranquilla e regolare − ma può forse esser così nelle nostre condizioni? Sii calma, solo considerando con calma la nostra esistenza riusciremo a raggiungere la nostra meta, vivere insieme.  Sempre tuo − Sempre mia− Sempre nostri”…

(Ludwig van Beethoven)